Info & Prenotazioni+39011542593+393388589752

Diplopia

La diplopia, più comunemente detta ‘visione doppia’, è un disturbo visivo caratterizzato dalla percezione simultanea di due immagini dello stesso oggetto. Può colpire sia gli adulti che i bambini.

TIPOLOGIE

La diplopia può essere di vario tipo: monoculare, binoculare o temporanea.

Quella temporanea è provocata da condizioni esterne all’individuo, come un trauma alla testa o lo stato di ebrezza, pertanto ha una durata relativamente breve e la condizione tende a cessare con il tempo o somministrando un trattamento specifico.

La diplopia monoculare, invece, si verifica quando un singolo occhio è affetto dalla visione doppia. Quando l’occhio viene coperto, dunque, la vista torna ad essere corretta.

La diplopia binoculare, infine, colpisce entrambi gli occhi ed è più comune rispetto a quella monoculare.

CAUSE

Le cause che portano alla diplopia possono essere di natura patologica o traumatica. Le principali sono legate a patologie dell’occhio, come l’astigmatismo, alcune anomalie del cristallino o della cornea, le patologie che colpiscono la retina, la sindrome dell’occhio secco, lo strabismo. Altre possibili cause sono i danni nervosi, il diabete, l’aneurisma, la sclerosi multipla e i tumori. Inoltre, eventi traumatici, stanchezza fisica o intossicazione da alcol e farmaci possono indurre la diplopia temporanea.

DIAGNOSI

Per diagnosticare la diplopia il medico inizia effettuando un’anamnesi dettagliata seguita dai test oculistici di base per misurare la qualità della vista ed il movimento oculare. In seguito si effettua il test della lampada a fessura per un’analisi più approfondita.
Questi test sono generalmente sufficienti per determinare le cause della diplopia. In alcuni casi, però, è necessario fare test più specifici quali una scansione di risonanza magnetica o una tomografia computerizzata.

CURA

Il trattamento dipende dalla forma di diplopia che presenta il soggetto e dalla sua causa. In qualche caso sono sufficienti delle lenti correttive per migliorare errori refrattivi oppure l’uso di bende per coprire l’occhio. Inoltre sono molto utili gli esercizi per potenziare l’occhio e riallineare la vista. Altre volte, invece, si ricorre alla chirurgia.