Info & Prenotazioni+39011542593+393388589752

Glaucoma

Che cosa è il glaucoma

Il glaucoma è il nome dato a un gruppo di malattie fra loro correlate e caratterizzate da un danneggiamento del nervo ottico. E’ la prima causa di cecità prevenibile nei paesi occidentali sviluppati.

Il glaucoma è una malattia grave e potenzialmente accecante in cui il fattore preventivo è estremamente importante. Per comprenderla possiamo ricorrere ad un esempio.

L’occhio funziona come una moderna macchina fotografica digitale: scattiamo una fotografia, colleghiamo la fotocamera a un computer e scarichiamo l’immagine. Nell’occhio il funzionamento è simile: prima un’immagine è focalizzata sulla retina, poi l’immagine-messaggio viene “scaricata” attraverso il nervo ottico fino al cervello, in modo che si possa vedere.

Il glaucoma causa danni irreversibili a questo nervo, ed è paragonabile al taglio del cavo che collega la fotocamera digitale al computer. Le fibre nervose muoiono progressivamente coinvolgendo prima la visione periferica o laterale, quindi la visione centrale in maniera subdola in quanto inosservata fino a quando non è ormai troppo avanzata. Sfortunatamente il nervo ottico non può essere riparato.

Tipologie di glaucoma

Sebbene il glaucoma sia comunemente indicato come una singola malattia, sarebbe più corretto riferirsi ai “glaucomi” al plurale. Questo perché il glaucoma è in realtà la somma di una serie di condizioni in cui la caratteristica comune è il danno al nervo ottico. Le forme più comuni sono:

  • Glaucoma ad angolo aperto
    • Il glaucoma ad angolo aperto primario è la forma più comune di glaucoma. Si verifica quando i canali di drenaggio dell’occhio si intasano nel tempo o i tessuti attorno ai canali si induriscono. Ciò si traduce in un aumento della pressione oculare perché il fluido non può fuoriuscire dall’occhio. La maggior parte delle persone in questa fase non ha sintomi né segnali premonitori.
  • Glaucoma ad angolo chiuso
    • Il trabecolato è il punto in cui il fluido esce dall’occhio nell’angolo chiamato camera anteriore. Nel glaucoma ad angolo chiuso l’angolo viene bloccato da parte dell’iride. Il fluido è ostruito dal raggiungimento dell’angolo e la pressione diventa quindi alta. Esistono vari tipi di glaucoma ad angolo chiuso, come intermittenti, cronici e il glaucoma acuto improvviso.

I fattori di rischio del glaucoma: la pressione oculare

La pressione oculare è un importante fattore di rischio per lo sviluppo del glaucoma. Una certa pressione oculare è essenziale per una buona salute degli occhi, senza infatti alcuna pressione l’occhio collasserebbe come un palloncino forato.

Per poter mantenere il giusto grado di pressione, l’occhio dispone di una pompa che produce una piccola quantità di liquido. Questo liquido circola da una zona posta dietro l’iride fino ai canali di drenaggio frontali: se il fluido drena prontamente la pressione oculare sarà bassa ma se vi è un fattore che impedisce il drenaggio la pressione oculare aumenterà. Quando la pressione oculare diventa troppo alta, le delicate strutture dell’occhio sono irreversibilmente danneggiate.

Terapie per combattere il glaucoma

Il glaucoma è purtroppo una malattia irreversibile; il danno al nervo ottico è infatti permanente e progressivo, se non curato continuerà a peggiorare. La perdita della vista passa spesso inosservata fino a quando non è abbastanza seria.

Tuttavia la malattia è tutt’altro che senza speranza: il glaucoma può essere rilevato da controlli regolari e la patologia può essere adeguatamente gestita per prevenire ulteriori danni. Con un trattamento tempestivo e una buona terapia, le persone con glaucoma possono mantenere una vista eccellente per tutta la vita.

Esistono diverse strade per combattere il glaucoma tutte mirate a ridurre la pressione oculare per prevenire ulteriori perdite della vista:

  • Terapia farmacologica: i farmaci per il glaucoma sono disponibili in diverse tipologie e combinazioni ma di norma viene prescritto un collirio da instillare su base giornaliera e regolare per controllare la pressione negli occhi. E’ estremamente importante non interrompere la terapia. A volte è necessario assumere diversi farmaci che si completano a vicenda per ridurre adeguatamente la pressione.
  • Trattamento chirurgico. Esistono varie procedure laser utilizzate nella gestione del glaucoma, molto diverse dalla chirurgia LASIK utilizzata per correggere i difetti refrattivi. Tra queste la trabeculoplastica laser, un trattamento sicuro e facile per la maggior parte dei pazienti con glaucoma. Di solito si consiglia la chirurgia trabeculectomia quando la pressione oculare non viene costantemente abbassata dal trattamento con gocce di collirio oppure quando, sebbene la pressione si abbassi con il collirio, i regolari esami del campo visivo rivelano una continua perdita della visione periferica. In una trabeculectomia il chirurgo crea una nuova apertura nella rete trabecolare per migliorare il drenaggio del fluido acquoso dall’interno dell’occhio e ridurre così la pressione. Un secondo tipo di intervento è l’iridotomia periferica laser eseguita di solito per i pazienti con angolazioni strette o glaucoma ad angolo chiuso.