Info & Prenotazioni+39011542593+393388589752

Miopia

La miopia è una ametropia o anomalia refrattiva, a causa della quale i raggi luminosi provenienti da un oggetto distante non si focalizzano correttamente sulla retina, ma davanti a essa.
La conseguenza è che gli oggetti osservati tendono ad apparire sfocati e la visione migliora con la riduzione della distanza a cui si guarda.

Caratteristiche

I raggi luminosi che passano attraverso i mezzi diottrici (cornea, cristallino, ecc.) convergono, all’interno del bulbo oculare, davanti alla retina anziché su di essa (dunque il punto di fuoco risulta spostato verso la pupilla). La conseguenza è che il punto remoto, cioè quello più lontano dall’occhio a cui vi è una visione nitida senza accomodazione, è posto a una distanza finita invece che all’infinito, come invece avviene in un occhio senza difetti di vista (detto emmetrope).

La distanza massima a cui un soggetto riesce a vedere nitidamente è inversamente proporzionale al grado della miopia. Per esempio, un miope di -2.00 diottrie riesce a vedere nitidamente al massimo a 50 centimetri (ossia a 1/2 metro). Tuttavia, il soggetto miope sarà in grado di ottenere una messa a fuoco per punti ancora più vicini rispetto a un soggetto emmetrope.